WhatsApp

Il I° venerdì d'Agosto in Antola

 

 

Si torna a festeggiare il primo venerdì d'Agosto in Antola, una festa

semplice per passare una giornata in  compagnia e allegria,

con musica dal vivo e balli tradizionali.

 

Quest'anno in particolare ricorrono i 110 anni della croce dell'Antola,

eretta il 4 agosto 1907. 

 

Alle ore 11 ci sarà la benedizione e dalle 12 il pranzo con la musica.

 

Ognuno penserà per se, verrà servito vino e caffè.

 

La nostra storia è fatta di tradizioni che vanno

mantenute e noi siamo qui anche per questo.

 

Vi aspettiamo in vetta!

All'inizio del '900 l'Antola era il fondamentale crocevia delle attività umane di questo tratto di Appennino.
Dalle valli dello Scrivia, del Trebbia e del Borbera, lungo sentieri millenari, la gente dei paesi saliva e attraversava le giogaie del monte per le più svariate attività. Da poco si era anche aggiunta la borghesia genovese che aveva scoperto l'entroterra come meta di villeggiatura e di "avventura". Poco sotto la cima rifugi e osterie garantivano ristoro e accoglienza.
L'Antola divenne così anche "il monte dei genovesi", il centro della "Svizzera Ligure" e decine di cartoline celebravano il suo paesaggio, spedite da Torriglia, Crocefieschi, Montoggio, Savignone, Cabella e ricevute in città da quanti sognavano di godere della frescura del monte, dei suoi paesaggi, delle sue preziose e splendide fioriture, delle albe e dei tramonti.
Fu così che Ferdinando Maria Perrone, proprietario delle industrie Ansaldo e de Il Secolo XIX, decise di "regalare" al monte la grande croce di vetta, che venne benedetta dal vescovo di Tortona Igino Bandi il 4 agosto 1907 alla strabiliante presenza di oltre diecimila persone!
Essa è cosi'divenuta il simbolo del monte, fissata nella mente di tutti coloro che in 110 anni sono saliti in Antola.
Sul suo basamento targhe e lapidi ricordano amici del monte, eventi, la guerra partigiana, caduti, visite di vescovi, restauri e molti che, pur percorrendo i sentieri del mondo, hanno voluto fissare il loro ricordo lassù, tra il prato verde odoroso di narcisi, il cielo azzurro e la croce bianca, simbolo di Fede ma anche di libertà e speranza.
Buon Compleanno e 100 di questi giorni ! (AS).

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti il suo uso.